Manifesto

Zero – Laboratorio di Filosofia nasce dall’esigenza di studentesse e studenti universitari di avere un luogo di approfondimento e dialogo critico, condotto in un clima di parità e con l’intento di pensare in maniera radicale, con quella spregiudicatezza che ci insegnano i maestri del pensiero.

Lo spirito con cui costituiamo Zero è la promozione di un’esperienza universitaria libera, fondata sulla pratica del pensiero:

  • Crediamo in una ricerca condivisa, interdisciplinare e aperta al dialogo con la società civile e le sue esigenze.

  • Pienamente inseriti nel divenire del mondo, delle culture e dei linguaggi, crediamo che l’università e i luoghi di più alta formazione debbano segnare altrettante opportunità di esperienza profonda del mondo, di sé e della comunità umana nel suo complesso.

  • Nel segno laboratoriale delle nostre attività ci proponiamo di esplorare nuove forme di ricerca e condivisione del sapere, di formazione e di promozione reciproca, credendo fermamente nella necessità di alimentare una dialettica tra interessi differenti.

Zero vuole essere anzitutto un luogo, uno spazio che possa essere abitato da persone interessate a condividere il proprio impegno, per l’elaborazione di risposte adeguate a problemi comuni, alle questioni più diverse che si propongano, di volta in volta, allo sguardo attento dello studioso, del ricercatore, del cittadino.

Il nome del laboratorio intende richiamare esplicitamente lo zero, l’origine, quel luogo virtuale in cui tutte le possibilità sono coesistenti, da cui dipartono per la loro realizzazione e fioritura.